Un Paese normale

Quando un Governo chiama il Parlamento ad esprimersi sulle questioni bioetiche, come accade in questi giorni con il sofferto dibattito sulle unioni civili e i matrimoni gay, allora deputati e senatori della Repubblica devono, gioco forza, uscire dall’indolenza nella quale sono immersi, da quella paralisi che li atrofizza nell’anima e nel corpo con la sola […]